Yuval Avital

Foreign Bodies n.1 / Icon-sonic episode n. 21
2017
video / audio
10’ video loop
performer Anita Lorusso
ph. Leonardo Morfini

Installation view Flashbacks – 7. Yuval Avital

BUILDINGBOX

ph. BUILDING

Flashbacks – 7. Yuval Avital

15.07.2022 – 29.07.2022

BUILDINGBOX presenta, dal 9 aprile 2022 al 9 gennaio 2023, Flashbacks, un progetto espositivo a cura di Alice Montanini che ripercorre le tappe più importanti dell’attività di ricerca e promozione artistica di BUILDING, in occasione del quinto anniversario della sua nascita.

Flashbacks vuole rendere omaggio a tutti gli artisti, i curatori e i saggisti che hanno contribuito a plasmare l’anima di BUILDING, presentando per la prima volta in maniera organica una selezione di opere appartenenti alla collezione permanente della galleria, accompagnate dai cataloghi e dai materiali d’archivio che ne documentano l’attività espositiva degli ultimi cinque anni.
Centrale nella riflessione di Flashbacks è il momento espositivo inteso come medium, specchio delle relazioni e delle dinamiche che si generano tra l’opera, l’artista e lo spazio della galleria, che vanno a confluire nell’ambito più complesso di quel sistema di categorie critiche ed estetiche che sono alla base della linea curatoriale e della programmazione di BUILDING.

Focus importante di Flashbacks saranno anche i cataloghi editi da BUILDING ad accompagnamento di ciascuna mostra. L’indirizzo fortemente orientato allo studio e alla ricerca che contraddistingue BUILDING, non solo come spazio di promozione per l’arte contemporanea, ma anche in quanto casa editrice, si evince anche dall’accurata selezione dei saggisti e dei testi presenti nelle diverse pubblicazioni.

La rassegna permetterà di ripercorrere i momenti salienti dell’attività curatoriale di BUILDING, proiettandosi al contempo sul futuro della sua programmazione. Guardare dunque al proprio recente passato con riconoscenza e gratitudine verso tutti coloro che hanno accompagnato BUILDING fino ad oggi, ma anche con sguardo critico, per delineare nuove coordinate con le quali interrogare il presente e meglio orientarsi verso il futuro.

Una rilettura a porte aperte della propria collezione, attraverso alcune opere rappresentative dei principali artisti promossi dalla galleria e dell’attività espositiva ed editoriale finora svolta, presentate negli spazi di BUILDINGBOX a cadenza irregolare e visibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 dalla vetrina di via Monte di Pietà 23 a Milano.

Dal 15 al 29 luglio 2022, lo spazio di BUILDINGBOX ospita l’opera video Foreign Bodies n.1 / Icon-sonic episode n. 21 dell’artista e compositore Yuval Avital (Gerusalemme, 1977). Artista altamente poliedrico, la cui ricerca comprende l’utilizzo di pittura, scultura, fotografia, video e performance, spesso in dialogo con la componente sonora, Yuval Avital è conosciuto per le sue grandi installazioni e per la creazione di complesse opere multimediali.
In quest’opera icono-sonora il corpo nudo della performer Anita Lorusso si muove sinuosamente e lentamente circondato da un paesaggio naturale rigoglioso e florido. L’artista ci invita a riflettere sulla condizione dell’essere umano, presentato come un corpo estraneo rispetto all’ambiente che lo circonda, un elemento esterno che si insinua nella purezza della natura e la viola artificialmente, costantemente rimodellandola e plasmandola a suo vantaggio. Questo divario tra uomo e natura si riflette a livello individuale anche nella dissonanza tra la parte razionale e sociale del nostro essere rispetto a quella più istintiva ed emotiva, generando una duplice tensione, che caratterizza la tragicità della condizione moderna.
L’opera è parte della serie Foreign Bodies n.1, progetto realizzato in collaborazione con sette professionisti, tra danzatori e coreografi, provenienti da contesti di eccellenza della danza come il Teatro alla Scala. Presentata per la prima volta nel 2017 in occasione della mostra monografica “Three Grades of Foreignness” presso La Fabbrica del Cioccolato Art Foundation in Svizzera, e successivamente a Dresda nel 2019 durante la Ostrale Biennale for Contemporary Art, l’opera e stata esposta nel 2021 in occasione della mostra personale “E T E R E”, progetto espositivo a cura di Annette Hofmann, ideato appositamente dall’artista per BUILDING.

Artisti