Michele Guido

Michele Guido (Aradeo, 1976) vive e lavora a Milano, dove si è trasferito nel 1997 per studiare presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Contemporaneamente al periodo di formazione nel 1999 è stato selezionato per una residenza/studio presso il Centro T.A.M. diretto da Eliseo Mattiacci, e nel 2003, l’anno dopo aver conseguito il diploma in Accademia, ha frequentato il Master in Landscape Design. Dal 2001 al 2007 ha uno studio presso la Casa degli Artisti di Milano, dove ha organizzato con Jole de Sanna e Hidetoshi Nagasawa la conferenza “Discussione Aperta: il Concetto di MA” – concetto che nel mondo orientale indica un passaggio, un intervallo di spazio-tempo. Questi elementi convergono in modo decisivo sulla genesi del suo lavoro, che si manifesta in pratiche come la sezione degli elementi vegetali e la stratificazione del disegno per ricavare l’elemento modulare che appartiene all’impianto genetico delle piante. Le sue indagini multidisciplinari si sviluppano in progetti più complessi, i “garden project”, basati sulle analogie formali tra il mondo vegetale e la ricerca scientifica, tra l’origine geografica delle piante e il loro rapporto con la cultura di quei luoghi, tra la biodiversità, l’antispecismo e i cicli legati al seme-pianta-frutto-seme, in collaborazione con le banche dei semi.

I progetti di Guido sono stati esposti in mostre personali quali: Ceiba Garden Project a Palazzo Oneto di Sperlinga di Palermo (2018), tenutasi in occasione di Manifesta 12; Play in the Garden_2018 a Palazzo Borromeo di Milano (2018); Stellaria Solaris Garden Project_2016 al Palazzo Comi di Gagliano del Capo (2016). Ha inoltre partecipato a diverse rassegne internazionali e mostre collettive quali: L’altro, lo stesso alla ZAC di Palermo (2021); LXII Premio Termoli al Museo MACTE, Termoli (2021); Resistenza/resilienza al PAV – Parco Arte Vivente di Torino (2019);  Senza titolo alla Galleria Lia Rumma di Napoli (2013). I suoi lavori sono inoltre stati esposti in istituzioni e collezioni quali: Museo del Novecento, Milano; Museo della Ceramica, Savona; Museo della Ceramica Montelupo F. (FI); Accademia di San Luca, Roma; Collezione Biscozzi/Rimbaud, Lecce.

Mostre